Dettagli sui dati idrologici pubblicati dalle regioni italiane

Nelle immagini riportate di seguito è riassunta in tabelle l'attuale disponibilità pubblica dei dati idrometeorologici per ogni regione italiana.

Più sotto invece sono elencate nel dettaglio tutte le risorse messe a disposizione dai diversi enti delle singole regioni italiane per la fruizione tramite internet dei dati idrologici rilevati sul territorio.

Per comunicare eventuali incogruenze o nuove risorse disponibili, cliccare qui

 

Per ingrandire le immagini cliccare sulla lente di ingrandimento

Abruzzo

La regione Abruzzo ha istituito nel 2002 un Servizio Idrografico Regionale, il cui sito ufficiale è http://www.regione.abruzzo.it/xIdrografico/index.asp; si cita dalla pagina relativa alla rete di monitoraggio: “La rete di rilevamento attualmente gestita dal Servizio Idrografico e Mareografico di Pescara è costituita da: n. 130 stazioni termopluviometriche e multisensore; n. 35 stazioni idrometriche; n. 3 stazioni mareografiche; n. 1 stazione ondametrica; n. 18 stazioni attrezzate per effettuare misure di portata.”

Sono direttamente accessibili le seguenti risorse:

  • mappa interattiva con dati in real-time di circa 50 stazioni termometriche con grafico delle ultime 36 ore.
  • annali idrologici: 1918-1996 in formato immagine (.tiff), 1997 -2003 in formato testuale (.pdf)

Recentemente sono invece stati resi riservati dal gestore della rete di monitoraggio i dati in tempo reale dei pluviometri e degli idrometri.

 

Basilicata

La regione Basilicata ha incaricato l’ARPA della gestione della rete di monitoraggio idrometeorologico, il sito ufficiale è http://www.arpab.it/idrometeorologico/index.asp e vi risultano disponibili le seguenti risorse:

  • mappe delle isoiete per gli anni dal 2004 al 2006
  • elaborazione dei dati pluviometrici per il periodo 1921-2000, ma i collegamenti non risultano funzionanti
  • andamento delle medie annuali della temperatura per il periodo 1928-1978 di sette stazioni storiche
  • Annali idrologici: 1988-1999 in formato testuale (.pdf)

L’accesso alla banca dati è possibile solo tramite apposita modulistica da inviare per posta o fax

Infine si cita dal sito dell’ARPA Basilicata: “Il servizio di previsioni meteo è temporaneamente sospeso.  Il personale addetto al servizio è transitato presso l'Ufficio di Protezione Civile della Regione Basilicata”; al sito http://www.protezionecivilebasilicata.it al 22/6/2013 risultano disponibili solo i bollettini di criticità e le previsioni meteo (prodotte però da un ente esterno).

 

Calabria

La regione Calabria si è dotata di un ottimo Centro Funzionale Multirischi, raggiungibile all’indirizzo http://www.cfd.calabria.it/. L’istituzione di tale ente risale al 2000 e avvenne in risposta ai gravi eventi di dissesto idrogeologico, si può leggere infatti sulla pagina di presentazione:

"La consapevolezza dell’importanza della creazione di strutture operative capaciti di interpretare i dati rilevati in tempo reale (e non solo di rilevarli) apparve a tutti chiara dopo le tragedie di Sarno (SA) del 5 maggio 1998 e di Soverato (CZ) del 10 settembre 2000. Questi tragici eventi, diedero il via ad una serie di provvedimenti organizzativi e normativi (tra cui l’Ordinanza di Protezione Civile n. 3081 del 12 settembre 2000 che istituì il Centro Funzionale Meteoidrologico per la Regione Calabria) che si completarono con l’emissione della Direttiva del Presidente del Consiglio del 27 febbraio 2004, a seguito della quale le varie Regioni italiane stanno attivando i propri centri funzionali."

Le risorse disponibili sono molto ricche:

  • elenco delle stazioni idrometeorologiche con scheda individuale (con foto).
  • dati in tempo reale da 173 stazioni tramite mappa GIS (i dati idrometrici risultano non disponibili al 04/10/2013)
  • dati storici, (recentemente resi accessibili solo previa registrazione gratuita):
    • livelli idrometrici medi giornalieri e mensili (fino agli anni 70-80), massimi annui, colmi massimi annui, diagrammi idrometrici (pochi e di poche stazioni) in formato immagine
    • velocità e direzione del vento medi e massimi giornalieri dagli anni 2000.
    • temperature medie, massime e minime giornaliere e mensili; serie storiche  complete dagli anni 30 (aggiornate al maggio 2012 per alcune stazioni)
    • pluviometria:
      • cumulate per durate personalizzabili inferiori ai 60min (aggiornate a maggio 2012 per alcune)
      • serie storiche complete (aggiornate a maggio 2012 per alcune) delle piogge giornaliere e mensili e dei giorni piovosi.
      • serie storiche complete aggiornate agli anni 2000 (non tutte, alcune solo fino agli anni 80) delle piogge per assegnata durata e di notevole intensità (anche d<1h dagli anni 90)
      • alcuni diagrammi pluviometrici in formato immagine
    • Annali Idrologici:
      • Parte I:  1916-1987 in formato immagine (.pdf); 1988-1999 in formato testuale (.pdf )
      • Parte II: 1921-1984 formato immagine (.pdf)

 

Campania

All'indirizzo http://www.meteoarpac.it/ L'ARPA Campania rende disponibili nella sezione "clima":

  • i dati (non validati) degli ultimi 30 giorni di 34 termometri, circa 90 pluviometri, 3 anemometri e 3 sensori di radiazione solare; tali dati dovrebbero essere visualizzabili in grafici e scaricabili in formato file di testo delimitato da virgole (.csv), ma al 04/10/2013 la mappa interattiva non lo permette.
  • tramite collegamento diretto con il Sistema nazionale per la raccolta, l′elaborazione e la diffusione di dati Climatologici di Interesse Ambientale (SCIA), le serie storiche di alcune stazioni (temperatura, pluviometria e altri dati derivati da questi) elaborate in statistiche decadali, mensili e annuali

All’indirizzo http://www.sito.regione.campania.it/agricoltura/meteo/agrometeo.htm sono inoltre disponibili i dati termo-pluviometrici giornalieri e annuali della rete agrometeorologica del servizio regionale in formato di foglio di calcolo (.xls) dal 1999 al 2013 di 34 stazioni.

 

Emilia-Romagna

L’Ente di riferimento per l’Emilia-Romagna è la rispettiva ARPA, in particolare il Settore Idro-Meteo; presso il rispettivo sito http://www.arpa.emr.it/sim/ sono disponibili numerose risorse:

  • mappa interattiva con dati in tempo reale e grafico delle ultime 48 ore di:
    • 242 idrometri, di cui 90 con misura di portata
    • 282 pluviometri
    • 188 termometri
    • Annali Idrologici: Parte I e Parte II per gli anni 1990-2012 in formato testuale (.pdf)
    • Atlante Idroclimatico, consistente in una mappa interattiva con le distribuzioni spaziali delle medie termiche e pluviometriche e altri dati relativi al periodo 1961-2008
    • l’accesso ai dati è possibile solo previa registrazione (gratuita) e negli archivi sono disponibili:
      • i dati orari a partire dal 2000 di tutte le variabili (temperatura, pluviometria, pressione atmosferica, vento, umidità, livello idrometrico, radiazione solare)
      • i dati giornalieri delle variabili meteorologiche di temperatura, pluviometria, pressione atmosferica, vento e umidità di alcune stazioni
      • i dati giornalieri di precipitazione della rete storica del SIMN

 

Friuli-Venezia Giulia

La regione Friuli-Venezia Giulia ha istituito un settore dell’ARPA denominato Osservatorio Meteorologico Regionale (OSMER); presso il relativo sito (http://www.meteo.fvg.it) sono disponibili:

  • dati in tempo reale e riepiloghi giornalieri di 42 stazioni meteo
  • atlante climatico: elaborazioni dei dati di 42 stazioni meteo (medie mensili e decadali e molto altro) dal 2002 al Luglio 2012

Più rilevanti sono però le risorse messe a disposizione dal sito della Protezione Civile Regionale (http://www.protezionecivile.fvg.it/ProtCiv/default.aspx/Cae/MappaCae. aspx), ossia:

  • dati in diretta di 249 stazioni tra idrometriche, nivometriche e meteorologiche
  • dati grezzi orari degli ultimi 31 giorni di tutte le stazioni con anteprima grafica
  • dati validati disponibili solo su richiesta, in quanto il link indicato (http://www. regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/AT9/link/Rete_di_monitoraggio) non è funzionante al 17/11/2013

Infine all’indirizzo http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/ambiente-territorio/ tutela-ambiente-gestione-risorse-naturali/FOGLIA205/#n0 si legge:

"Al 1° gennaio 2007 erano attive 687 stazioni di monitoraggio, comprese quelle cogestite con la Protezione Civile della Regione, per la fornitura di dati rilevati e trasmessi in tempo reale, ove si misurano uno o più parametri idrometeorologici.

Da questa pagina si può accedere attraverso i collegamenti presenti, alla banca dati delle misure idrometeorologiche storiche rilevate, a partire dal 1957, presso le stazioni di monitoraggio gestite dalla Direzione centrale ambiente e lavori pubblici e dalla Protezione Civile della Regione Friuli-Venezia Giulia.

Nella banca dati sono state inserite anche le misure, dal 1912 al 2002, effettuate in gran parte delle stazioni installate nel tempo dall’ex Servizio Idrografico e Mareografico Nazionale-Compartimento di Venezia, già Ufficio Idrografico del Magistrato alle Acque di Venezia, pubblicate o meno sugli “Annali Idrografici”. A seguito del trasferimento delle competenze e delle stazioni di misura all’Amministrazione regionale (D.Lgs. 265/2001), le serie di misure storiche rilevate dalle Direzioni regionali e dagli Uffici statali soppressi sono state congiunte laddove i siti di rilevamento coincidevano.

ultimo aggiornamento: mercoledì 17 luglio 2013"

Tuttavia al 17/11/2013 sono disponibili solo le serie storiche dei dati di temperatura e freatimetria .

 

Lazio

Si cita dal sito www.idrografico.roma.it:

"L'Ufficio Idrografico e Mareografico provvede al rilevamento, validazione, archiviazione e pubblicazione delle grandezze climatiche, idrologiche e idrografiche interessanti il reticolo superficiale e sotterraneo […] provvede altresì alla progettazione e gestione della rete di monitoraggio in telemisura ed in registrazione locale per il rilievo delle principali grandezze climatiche, idrologiche e idrografiche. All'Ufficio Idrografico e Mareografico è altresì attribuita la responsabilità del Centro Funzionale Regionale come previsto dalla Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 27.02.04"

Sono infatti disponibili:

  • i dati termo-pluviometrici e idrometrici in tempo reale di tutte le stazioni (59 idrometri).
  • dati giornalieri termo-pluviometrici dal 2003 aggiornati a Settembre 2013 di 161 stazioni di cui 109 termo-pluviometriche e 52 pluviometri.
  • Annali idrologici: Parte Prima per gli anni 1951-2002,  Parte Seconda per gli anni 1994-1999, tutte in formato immagine (.jpg)

Presso il sito http://www.abtevere.it/node/591 sono inoltre disponibili i livelli idrometrici in tempo reale del fiume Tevere relativi a 7 stazioni.

 

Liguria

L’Ente di riferimento per la Liguria è la rispettiva ARPA, presso il cui sito (http://www.arpal.gov.it/index.php?option=com_flexicontent&view=items&cid=56&id=173&Itemid=78) sono disponibili:

  • dati in tempo reale di 37 idrometri e numerose stazioni meteo con accesso diretto ai dati grafici degli ultimi 7 giorni e alla foto della stazione
  • mappe con dati meteo interpolati
  • Annali Idrologici per gli anni 2003-2007 in formato testuale (.pdf)

 

Lombardia

Il sito del servizio meteorologico dell’ARPA Lombardia è http://ita.arpalombardia.it /meteo/meteo.asp e presso di esso si possono trovare:

  • una mappa interattiva con i dati in diretta di 210 stazioni meteo automatiche
  • le serie storiche dei dati meteorologici a partire dagli anni 90 in formato di testo delimitato da virgole (.csv)
  • l’elenco delle stazioni meteo (228, di cui 210 attualmente attive)

L’ARPA Lombardia ha anche un servizio idrografico, il cui sito è http://ita.arpalombardia.it/ITA/servizi/idro/index.asp; vi risultano disponibili:

  • l’Annale Idrologico dell’anno 2003 in formato testuale (.pdf)
  • i bollettini idrologici settimanali e mensili con analisi riassuntive delle condizioni meteo e dati relativi al bilancio afflussi-deflussi
  • le serie storiche dei dati meteorologici e idrometrici a partire dagli anni 90 in formato di testo delimitato da virgole (.csv)

Tali dati sono disponibili anche tramite un portale Web-Gis all’indirizzo http://idro.arpalombardia.it/pmapper-4.0/map.phtml insieme alle seguenti risorse:

  • le posizioni delle stazioni idrometeorologiche manuali e delle sezioni di misura delle portate storiche di cui è disponibile l’archivio dati in formato digitale (da richiedere tramite email)
  • un foglio di calcolo (formato .xls) per la determinazione delle linee segnalatrici di probabilità di precipitazione areali.
  • Le scale delle portate di 15 sezioni, di cui 4 ora dismesse.

Una mappa interattiva con i dati in diretta dalle stazioni meteorologiche automatiche dell’ARPA, unite però a quelli di 65 idrometri e di alcune altre stazioni meteorologiche della Protezione Civile, è disponibile all’indirizzo http://sinergie.protezionecivile. regione.lombardia.it/sinergie_wsp5/html/public/report/mapHPMNetwork.jsf

Infine all’indirizzo http://www.laghi.net/ si possono trovare i dati in diretta di 48 idrometri e alcune stazioni meteo e dei livelli dei laghi lombardi

 

Marche

La regione Marche ha incaricato la Protezione Civile della gestione della rete di monitoraggio idrometeorologico, il sito ufficiale è http://www.protezionecivile. marche.it/ e vi risultano disponibili le seguenti risorse:

  • Annali idrologici: Parte Prima per gli anni 1990-2011, Parte Seconda per gli anni 2005-2011, tutti in formato testuale (.pdf)
  • serie storiche idrometeorologiche a partire dal 1951 sono disponibili previa registrazione gratuita
  • dati in tempo reale di 68 idrometri con idrogrammi dell’ultima settimana

 

Molise

Le risorse disponibili liberamente per la regione Molise, all’indirizzo http://www.protezionecivile.molise.it/ sono:

  • i dati in diretta dalla rete automatica, ma accessibili solo ad utenti registrati
  • l'elenco delle stazioni: 17 idrometri e 36 stazioni meteorologiche
  • solo su richiesta (gratuita per enti e università), gli Annali Idrologici per gli anni 1918-1998 e successivi (ma non è noto fino a quale) e i dati delle stazioni idrometeorologiche

 

Piemonte

L’ARPA Piemonte all’indirizzo http://webgis.arpa.piemonte.it/meteoidro_webapp/ mette a disposizione una mappa con i dati in tempo reale di 46 idrometri e numerose (circa 350) stazioni meteorologiche con accesso diretto ai dati grafici degli ultimi 5 giorni.

L’archivio dei dati meteorologici è disponibile all’indirizzo http://www.regione. piemonte.it/ambiente/aria/rilev/ariaday/annali/meteorologici; vi si possono trovare le serie storiche a partire dagli anni Novanta, aggiornate al 2012 di:

  • pluviometria giornaliera, mensile e di assegnata durata (da 10 minuti a 5 giorni)
  • estremi di temperatura giornalieri e mensili e medie mensili
  • nivometria
  • vento
  • radiazione solare

L’archivio dei dati idrologici è disponibile invece all’indirizzo http://www.regione. piemonte.it/ambiente/aria/rilev/ariaday/annali/idrologici; vi si possono trovare le serie storiche a partire dagli anni Novanta, aggiornate al 2012 del livello idrometrico e della portata medi giornalieri e mensili, degli estremi mensili, i bilanci afflussi-deflussi mensili, le scale numeriche delle portate.

Per entrambi gli archivi è possibile il download dei dati in formato di testo delimitato da virgole (.csv)

Questo è l’unico caso in cui si sono trovati pubblicati in maniera capillare e sistematica i dati dei massimi di portata dei corsi d’acqua, dato fondamentale per la prevenzione e la difesa dal rischio idrogeologico.

Inoltre, pur non contenendo serie storiche dei dati più estese dell’ultimo ventennio, questi archivi sono senza dubbio i migliori a livello nazionale dal punto di vista della forma e dell’organizzazione.

 

Puglia

La Protezione civile mette a disposizione una ricca gamma di dati all’indirizzo http://www.protezionecivile.puglia.it/public/page.php?73, in particolare:

  • Annali idrologici: Parte Prima per gli anni 1997-2009 in formato foglio di calcolo (.xls)
  • serie storiche dal 1921 al 2009 delle temperature medie ed estreme mensili, della pluviometria mensile, delle piogge intense per assegnata durata in formato foglio di calcolo (.xls)
  • mappa interattiva con i dati in tempo reale di 116 stazioni tra idrometriche e meteorologiche; tali dati sono reperibili anche sul sito del servizio agrometeorologico della regione Puglia http://www.agrometeopuglia.it/ opencms/opencms/Agrometeo/Meteo/Osservazioni/datiStazione

La scelta di pubblicare i dati direttamente in formato di foglio di calcolo è evidentemente la più intuitiva in quanto risparmia laboriosi passaggi di acquisizione dati in fase di studio.

 

Sardegna

La regione Sardegna ha pubblicato all’indirizzo http://www.regione.sardegna.it/ j/v/25?s=131338&v=2&c=5650&t=1 l’intero archivio dei dati storici rilevati dalla rete di monitoraggio idrometeorologico a partire dalla sua realizzazione da parte del SIMN.

In particolare sono disponibili:

  • l’elenco stazioni: 28 idrometri e 270 stazioni termo-pluviometriche
  • le serie storiche in formato testuale (.pdf) (tabelle in stile Annali Idrologici) relative a:
    • pluviometria giornaliera di 270 stazioni dal 1922 al 2009
    • estremi di temperatura giornalieri e mensili e medie mensili di 246 stazioni dal 1982 al 2009
    • livelli idrometrici giornalieri di 28 idrometri dal 1951 al 2011
    • portate di 21 sezioni dal 1925 al 2011

Inoltre l’ARPA Sardegna pubblica giornalmente i dati di 48 stazioni meteorologiche all’indirizzo http://www.sar.sardegna.it/servizi/dati/datistazioni.asp, e redige riepiloghi mensili agrometeorologici dal 1999 al giugno 2013.

 

Sicilia

La regione Sicilia ha istituito un settore denominato Osservatorio delle Acque, il cui sito è http://www.osservatorioacque.it/ ; vi si possono trovare:

  • la Parte Prima degli Annali Idrologici per gli anni 1924-2000 in formato immagine (.gif) e per gli anni 2001-2008 in formato testuale (.pdf)
  • le serie storiche complete delle piogge mensili delle singole stazioni visualizzabili o scaricabili in file di testo delimitato da virgole (.csv)
  • dati in tempo reale di 97 stazioni meteorologiche
  • Carte delle isoiete per gli anni 2004-2008 e delle isoiete medie per i periodi  1921-2003 e 1971-2003

I dati rilevati dalla rete gestita dall'Osservatorio delle Acque sono condivisi e rielaborati dal sito www.meteocefalu.altervista.org che all'indirizzo www.meteocefalu.altervista.org/radarmc.php mette a disposizione una mappa interattiva con i dati di temperatura e pluviometria in tempo reale, in particolare le cumulate delle ultime 3 e 24 ore. Per ogni stazione è inoltre consultabile lo storico degli estremi di temperatura giornaliera e precipitazione giornaliera degli ultimi 30 giorni.

Il Servizio Informativo Agrometeorologico Siciliano (SIAS) pubblica ogni 12 ore i dati della propria rete di monitoraggio all'indirizzo www.sias.regione.sicilia.it/corpo_dati.htm. I dati pluviometrici delle ultime 1, 3, 12, 24, 48, 72 ore sono rappresentati anche tramite una mappa all'indirizzo www.sias.regione.sicilia.it/corpo_pcum01.htm

 

Toscana

La Toscana ha un proprio Servizio Idrografico, al relativo sito http://www.sir.toscana.it/ sono disponibili:

  • gli Annali idrologici: 1917-1997 in formato immagine (.pdf)
  • le linee segnalatrici della possibilità pluviometrica (LSPP) per molte stazioni calcolate nel 1998
  • i dati giornalieri di 126 idrometri dal 1998 al 2013
  • le serie storiche complete dei dati di pluviometria giornaliera e di assegnata durata (anche inferiore all’ora) di 1097 stazioni
  • le serie storiche complete dei dati di 382 termometri, 114 freatimetri, delle misure di portata di 84 sezioni
  • le scale delle portate di 53 sezioni

Tutti i dati sono visualizzabili direttamente in tabelle e grafici o scaricabili in formato di testo delimitato da virgole (.csv); sono aggiornati al 2013 solo i dati relativi alle stazioni automatiche.

Il Servizio Agrometeorologico all’indirizzo http://agrometeo.arsia.toscana.it/ mette inoltre a disposizione per 24 stazioni meteo:

  • i dati in tempo reale
  • le medie trentennali relative al trentennio1961-90 e all’ultimo decennio
  • i confronti grafici degli andamenti attuali delle precipitazioni e della temperatura con le medie e gli estremi dell’ultimo decennio

 

Trentino-Alto Adige/Südtirol

Provincia Autonoma di Trento

La Protezione Civile della Provincia Autonoma di Trento ha istituito un Centro Funzionale; al relativo sito http://www.meteotrentino.it/dati-meteo/stazioni/elenco-staz-hydstra.aspx?ID=151 sono disponibili:

  • l’elenco delle 184 stazioni meteo (103 attualmente attive) con le relative schede di dettaglio
  • una mappa interattiva con tutte le stazioni, con accesso alle serie storiche complete visualizzabili in forma grafica o in tabelle in stile Annali Idrologici o scaricabili in formato di testo separato da virgole (.csv)
  • dati in tempo reale di 17 stazioni
  • carte automatiche di interpolazione di tutte le variabili meteo per data e ora personalizzate a partire dal 2007

Sempre la Protezione Civile, all’indirizzo http://www.floods.it/public/index.php mette a disposizione una mappa interattiva con:

  • i dati in tempo reale di 31 stazioni di misura di portata, 67 idrometri (oltre a questi, ve ne sono molti anche in Veneto) e numerose stazioni meteorologiche
  • le schede di dettaglio di tutte le stazioni con foto
  • l’accesso ai dati degli ultimi 5 giorni in forma grafica, di tabella e con la possibilità di download in formato di foglio di calcolo (.xls)

Provincia Autonoma di Bolzano/Autonome Provinz Bozen

La Provincia Autonoma di Bolzano all’indirizzo http://www.provincia.bz.it /meteo/home.asp pubblica:

  • i dati in tempo reale di 33 stazioni meteorologiche (di cui 13 in alta quota) e 16 idrometri con accesso diretto ai dati in forma grafica degli ultimi 7 giorni
  • le serie storiche complete aggiornate al 2012 dei dati di temperatura e pluviometria di 30 stazioni

 

Umbria

Il Servizio Idrografico della regione Umbria sta allestendo un archivio dei dati idrologici; all’indirizzo http://www.idrografico.regione.umbria.it/annali/default.aspx è disponibile una mappa interattiva dove sono visualizzabili 114 stazioni termo-pluviometriche di cui 38 con idrometro, selezionandole è configurabile una ricerca personalizzata di:

  • i dati pluviometrici giornalieri a partire dagli anni 50 e aggiornati a giugno 2013 e validati fino agli anni 2000; molte serie risultano interrotte intorno agli anni 90 probabilmente in seguito all'abbandono delle stazioni tradizionali e ripartono nel 2012
  • i dati termometrici del solo 2012
  • i dati idrometrici non risultano ancora disponibili al 01/08/2013

All’indirizzo http://www.abtevere.it/node/591, già citato per la regione Lazio, sono disponibili invece i dati in tempo reale di 3 idrometri installati sul fiume Tevere

 

Valle d’Aosta

La regione Valle d’Aosta ha istituito un Centro Funzionale , il cui sito è http://www.regione.vda.it/territorio/centrofunzionale/settoreidrografico/default_i.asp; vi risultano disponibili:

  • una mappa interattiva con i dati in tempo reale di 36 stazioni meteorologiche e l’accesso diretto ai dati dell’ultimo mese (tabulati e grafici) e alle schede di dettaglio delle stazioni.
  • informazioni sulla consistenza della rete: 19 stazioni manuali e 91 automatiche (di cui 24 idrometri) attualmente attive, le schede delle stazioni storiche dismesse con gli anni per i quali sono disponibili i dati digitalizzati.
  • un rapporto dettagliato del 2009 relativo al ragguaglio all’area delle LSPP e una mappa interattiva con cui è possibile ottenerne una stima puntuale
  • i Bollettini Idrologici: bollettini mensili con analisi dei dati termo-pluviometrici, nivometrici e idrometrici
  • dei bollettini automatici aggiornati ogni ora con i dati meteorologici e idrometrici delle principali stazioni

 

Veneto

L’ARPA Veneto rende disponibili presso il proprio sito, all’indirizzo http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali:

  • nella sezione Meteo:
    • informazioni sulla rete di monitoraggio automatica: 163 stazioni meteorologiche e 24 idrometri
    • i dati in tempo reale grezzi delle ultime 72 ore di 34 stazioni meteorologiche, i dati del giorno precedente di estremi di temperatura, pioggia giornaliera e vento di tutte le stazioni
    • i dati meteorologici giornalieri validati degli ultimi 60 giorni di tutte le stazioni, tutti gli altri dati sono disponibili solo su richiesta specifica con relativo compenso economico.
    • nella sezione Idrologia:
      • informazioni sulla rete di monitoraggio: 120 stazioni di misura della portata, 41 stazioni meccaniche tra termometri e pluviometri e pluviografi (queste ultime, si legge, verranno smantellate entro il 2012)
      • i dati dei livelli idrometrici di tutte le stazioni dal 2004 al 2009 in stile Annali Idrologici con le schede di dettaglio delle stazioni e i dati storici di consistenza della rete raccolti in file testuali (.pdf).
      • i rapporti delle misure di portata effettuate per la taratura delle scale di deflusso svolte tra il 2004 e il 2010
      • le analisi dei livelli idrometrici e delle portate dei principali bacini dal 2004 al 2011
      • i dati degli ultimi 3 giorni (anche in grafico) di alcune stazioni idrometriche e pluviometriche
      • i dati giornalieri di temperatura e pluviometria in stile Annali Idrologici delle stazioni tradizionali del SIMN dal 2003 al 2009 in formato testuale (.pdf) e una relazione finale con analisi delle serie storiche della pluviometria di 8 stazioni.

La Regione Veneto, invece, presso il proprio sito, all’indirizzo http://www.regione. veneto.it/Ambiente+e+Territorio/Ambiente/Acqua+e+difesa+del+suolo/Difesa+del+suolo/monitoraggio.htm aveva pubblicato i dati giornalieri di temperatura e pluviometria in stile Annali Idrologici delle stazioni del SIMN dal 1997 al 2002 in formato testuale (.pdf), tuttavia al 01/08/2013, in seguito al rinnovo del sito, essi non risultano più disponibili